Alimentazione corretta

Chiunque sia il padre della malattia, una pessima dieta ne fu la madre” G. Herbert

“Nei casi in cui si può ottenere il risultato con la sola dieta, è meglio astenersi dalle medicine”  Galeno II°sec. d.c.

“Fa che il cibo sia la tua medicina e la medicina sia il tuo cibo” Ippocrate V-VI sec. a.c.

Numerosi studi osservazionali confermano che l’alimentazione rappresenta una componente determinante della nostra salute.

Sin dai tempi di Ippocrate l’alimentazione è stata considerata un elemento essenziale dell’equilibrio psico-fisico dell’individuo e nessun metodo volto al raggiungimento della salute ha trascurato l’importanza di questo binomio.  Da sempre, infatti, il cibo viene considerato nutrimento e cura, oltre che piacere e socialità.

Un’alimentazione sana ed equilibrata e nelle giuste quantità ha un enorme valore, perché un buon cibo, ingerito con calma ed al momento giusto, ha gli stessi effetti di una medicina: rende più resistenti e mantiene in buona salute. Quotidianamente ingeriamo alimenti, che hanno il potere di risanarci o di farci ammalare.

Che cosa si mangia e quanto si mangia, come si cucina, quanto tempo si dedica all’alimentazione, lo stato d’animo con il quale ci si nutre: da tutto questo dipende un modo corretto o errato di provvedere alla nostra dieta. Avete mai provato ad ascoltare la differenza di digeribilità di un pasto consumato intorno ad un tavolo imbandito, in compagnia di persone gradevoli, in un clima rilassato, rispetto da un pasto frettolosamente consumato al bar o, peggio, in ufficio di fronte al computer con la fretta di fare presto? La masticazione rientra nella prassi della corretta alimentazione: chi dichiara di divorare il pasto non è detto che abbia problemi di gestione del proprio peso, ma è certo che chi ha problemi di peso consuma i pasti con voracità e si ritrova spesso con notevole vantaggio rispetto agli altri sui tempi di assunzione del pasto.

La regolarità dei pasti è un altro aspetto molto importante del benessere dell’alimentazione: ricordiamo che saltare i pasti non è mai una buona abitudine e va evitata assolutamente. Una buona prima colazione, adeguata alle caratteristiche del soggetto, è fondamentale non  solo per iniziare bene la giornata, ma anche per evitare pericolosi “buchi allo stomaco” in altri momenti della giornata, che potrebbero portare a consumare qualsiasi cibo ci capita a portata i mano. E’ esperienza comune, infatti, che persone che, pensando di “stare a dieta”, limitano molto la prima colazione, consumano un pranzo inadeguato sul piano nutrizionale, si ritrovano poi ad “abbuffarsi” a cena, con risultati deleteri per la propria salute e per i chili di troppo. Occorre allora trovare strategie adeguate per chi è costretto a consumare i pasti fuori casa, magari modificando in parte anche i propri orari e l’organizzazione della giornata alimentare.

E’ evidente che la scelta degli alimenti fornisce un ulteriore elemento di protezione della salute: ingerire alimenti manipolati e conservati, oltre ad essere poco economico, è decisamente poco salutare. Cerchiamo, quindi, di acquistare alimenti in linea con la stagionalità e appartenenti al proprio territorio: ne beneficeranno l’economia  locale e l’ambiente, oltre alle nostre tasche e alla nostra salute, perché avremo modo di consumare alimenti raccolti al giusto grado di maturazione e non  soggetti a lunghe fasi di stoccaggio al supermercato, che ne abbattono drasticamente i valori nutrizionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © Maria Pia Muli 2019. All Rights Reserved.  - Codice Fiscale MLUMRP62P48F024K -  P.IVA 10119020583 - Design by Italiana d’Arte in collaborazione con CaliAgency

Call Now Button
Open chat
Powered by